Enogastronomica

La cultura enogastronimica in Italia è un punto cardine della cultura italiana. La sua storia trova le origini nelle tradizioni di ogni regione d’Italia. Le sue influenze sono territoriali, mare o montagna, piuttosto che pianura, mentre le influenze storiche sono definite dai periodi storici e dai molteplici popoli che hanno vissuto nei differenti territori.

La sua particolare conformazione di penisola immersa nel Mar Mediterraneo ha fatto sì che per lunghi periodi sia stata meta di viaggi e punto di scambi. Tutto questo ha ovviamente influito sul suo sviluppo.

Ogni regione d’Italia vanta una vastissima cultura enogastronomica, come rispecchiato dai differenti piatti tipici:

  • I suoi piatti tipici sono a base di paste fresche, tra queste quella considerata l’emblema regionale sono i Maccheroni alla chitarra. Preparati su una specie di strumento a corde, i suoi condimenti classici il ragù di agnello e il sugo pomodoro e basilico.
  • In questa regione la peculiarità è legata agli ingredienti, prodotti tipici come l’olio di oliva che caratterizza molte regioni d’Italia, verdure tipiche come la cicoria o le cime di rapa che vengono accoppiate magistralmente con i legumi. In questa regione nasce la luganega un tipo di salsiccia tipico di queste terre.
  • I suoi piatti tipici sono: il “maccu” (una purea di fave essiccate), i “maccaruni i casa“ conditi con ragù a base di carni tipiche quali maiale, capra o agnello. Un secondo piatto tipico è il “soffritto” a base di interiora di vitello o capretto, speziato con molto peperoncino e cipolla.
  • Uno dei piatti tipici sono i fagioli con le cozze, ma il simbolo culinario per eccellenza di questa regione è la pizza margherita fatta con pomodoro, mozzarella fiordilatte e basilico.
  • Emilia Romagna. Il cardine della cucina emiliana sono i primi piatti. Le tagliatelle condite con il famoso Ragù alla bolognese, i tortellini di carne in brodo, ma anche conditi con panna o ragù.
  • Friuli Venezia Giulia. Uno dei suoi punti forti, come per altre regioni del nord Italia, sono piatti a base di polenta (sia di granoturco che di grano saraceno), un altro punto di forza è la lavorazione del latte che porta ad un fiorente settore della produzione casearia. Sono molti i tipi di formaggio prodotti, dalle ricotte ai formaggi a pasta più dure, quasi tutti serviti nel tipico modo di questa regione, con marmellate, mostarde e senapi tipiche del luogo.
  • I sapori più tipici di questa regione vengono dalle sue campagne, l’abbacchio, il carciofo romanesco, l’olio extra vergine di oliva della Sabina, le olive nere di Gaeta, ecc., e tra i piatti tipici troviamo spaghetti e fettuccine alla carbonara e i bucatini all’amatriciana .
  • La cucina tipica ligure varia tra la tradizione di mare e quella di terra, troviamo le acciughe alla Sanremasca, baccalà alla genovese, cozze alla Spezzina, moscardini alla ligure. Tra i piatti tipici di terra, farinata di ceci ligure, focaccia di Recco, tagliatelle di Sanremo condite con il famoso pesto alla genovese.
  • In questa regione il condimento grasso prevalente è il burro o il lardo. Tra i primi piatti tipici troviamo un’ampia varietà di risotti, piatti a base di riso cucinati tramite un procedimento tipico di queste zone. Anche in queste regione troviamo una fiorente e ricca lista di ricette. Eccone alcune: risotto alla milanese, risotto al radicchio, polenta taragna, ravioli mantovani, casoncella alla bergamasca e la classica trippa alla lombarda.